Not So Hot Dinners!

Veggies..In the Philadelphia area, we’ve been experiencing an incredibly hot spring.  And only two days officially into summer, we’re supposed to hit 98 degrees today.  With that kind of heat, I barely want to eat something hot, let alone turn the oven or stove on and make my house even hotter.  So instead, I’ve turned to salads!

I’ve always been a fan of salads and think they’re a great way to add vegetables to a meal.  But I haven’t been a fan of salads FOR a meal.  The reason…I’m hungry in an hour!  I feel like I eat a huge bowl of vegetables, then just as the dishes are cleaned up, I feel like I could eat more.  But all of that has changed recently.

Recently I’ve been experimenting with salads.  I’ve tried to make them more filling and robust so that they can satisfy my sometimes too big appetite.  First and foremost, I’ve been adding protein.  I try to include meat in every salad that I make for a meal.  Often times it’s chicken, but I’ve also had some wonderful creations with beef with sautéed onion and peppers…yum!  I’ve also been adding sunflower seeds and nuts to gain more protein, and often times cheese.  And I’ve been experimenting with flavors by adding fresh fruits, dried fruits, and beans.  The results have been incredibly good and satisfying.  And I’m not raiding the cabinets an hour later. 

A few days ago in the heat, I decided to grill some chicken for my salad.  I then added cucumbers, apples, dried cranberries, sunflower seeds, and ricotta salada.  I finished it off with a simple dressing of Dijon mustard, olive oil, honey, and apple cider vinegar.  The result was great!  And because I grilled the chicken outside, the oven never had to be turned on!  Now that’s what I call a cool meal! 

So what are some of your favorite salads?

 TRADUZIONE  A  CURA DELLO STAFF DEL COCALO’S CLUB

Cene non troppe calde!
Nella zona di Philadelphia, abbiamo avuto una primavera piuttosto calda.  E’ ufficialmente Estate da soli due giorni e già la temperatura è già di 36 gradi oggi.  Con questo temperature  non ho voglia assolutamente di mangiare qualcosa di caldo, figuriamoci accendere  il forno o fornelli! Invece, ho rivolto la mia attenzione alle insalate! 
Sono sempre stato un fan di insalate e penso che è un modo stupendo per aggiungere verdure ad un pasto, anche se non sono un fan di insalate come un piatto unico.  Il motivo…mi torna fame dopo un’ora!  Ultimamente ho avuto modo di sperimentare soluzioni nuove con le insalate.  Ho cercato di renderle più sostanziose in modo che possano soddisfare il mio, a volte troppo grande, appetito.  Innanzitutto, sto cercando di aggiungere proteine.  Cerco di includere in ogni insalata la quantità di carne che di solito uso per un pasto.  Spesso è il pollo, però ho anche inventato alcune stupende creazioni a base di manzo saltato con cipolla e peperoni… yum!  Ho anche aggiunto semi di girasole e noci per ottenere  più proteine, e di solito formaggio.  Ho avuto anche modo di sperimentare i sapori con l’aggiunta di frutta fresca, frutta secca, e fagioli.  I risultati sono stati incredibilmente soddisfacenti.  E un ora dopo non sto cercando nella credenza.MEAT!
Pochi giorni fa, nel caldo, avevo deciso di grigliare del pollo per la mia insalata.  Poi ho aggiunto cetrioli, mele, mirtilli rossi secchi, semi di girasole, e ricotta.  Per finire, ho messo un semplice condimento di senape di Dijon, olio d’oliva, miele ed aceto di sidro di mele.  Il risultato è stato grande!  E grazie al fatto che ho grigliato il pollo fuori, il forno non è mai stato acceso!  È questo è quello che chiamo un pranzo fresco!  
Dunque, quali sono le vostre insalate preferite?

 

 

Autore: Nick Smith

builds on the way to well also provide very much more quality comprehensive diamond jewelry and perf
isabel marant sneakers is it a C Band or Ku Band Satellite System

He also had quite a thing about beeshated the things
louis vuitton bagsLynx WOMEN’S MARILYN FASHION STAND BAG
The Top 10 Spring Fashions
woolrich quincy duffle because they can add bulk to the body

The Top 10 Spring Fashions
woolrich quilted arctic anorak because they can add bulk to the body
TMy Two Passions Combined!

garden2It’s the time of year when two of my favorite things come together…food and gardening! 

When I was just a few years old, I began gardening with my grandmother.  She always had amazing flowers and the most beautiful roses I have ever seen.  And after years and years of helping her, I’ve finally gotten the knack (although my roses are no where near as beautiful as hers).  In addition to the flowers, she always had an amazing vegetable garden and fruit trees, although the fruit trees were more of my grandfather’s area.  I have followed in their footsteps with apple trees, strawberry plants, and now my vegetable garden.

A few weeks ago I began planting seeds and they are taking off.  Sure it would be easier to buy the plants, but there are wonderful heirlooms varieties that I want to take advantage of.  And when you taste the wonderful vegetables, you know it was worth it!  I’ve started with tomatoes, peppers, watermelon, and cantaloupe.  And I can’t wait for those plants to start bearing fruit and to start cooking.  Last summer I was fortunate enough to have an overabundance.  And boy did I cook.  I had roasted zucchini, caponata, roasted peppers, ratatouille, tomato sauce, wonderful salads, zucchini bread, and more!   But my favorite was the one that reminds me most of my grandmother.  Every year, she would make the most wonderful baked tomatoes. 

This was a simple casserole dish with tomatoes, parmesan, basil, and olive oil, and everything is baked until it is soft and crispy and wonderful.  Absolutely delicious!  When I taste those tomatoes, I can’t help but be brought back to my grandmother’s kitchen!

So now that spring is upon us, what are some of your favorites?

Traduzione a cura dello staff del Cocalo’s Club

garden

Le mie due passioni messe insieme!

È  il periodo dell’anno in cui due delle cose che preferisco si incontrano, cibo e giardinaggio!
Quando avevo solo pochi anni, ho iniziato giardinaggio con mia nonna.  Aveva sempre dei fiori stupendi e le più belle rose che abbia mai visto.  E dopo anni ed anni aiutandola, finalmente ho capito il trucco (anche se le mie rose non si avvicinano ancora alla bellezza di  quelle della nonna).  Oltre ai fiori, ha sempre avuto  un meraviglioso orto pieno di tutti tipi di verdure ed alberi da frutto, anche se gli alberi da frutto era più campo del nonno.  Ho seguito le loro orme, con alberi di mele, piante di fragole, ed ora anche  il mio orto. 
Qualche settimana fa ho iniziato a piantare i semi e sono in decollo.  Certo sarebbe più facile acquistare le piante, ma ci sono meravigliose varietà di cimeli che voglio sfruttare.   E quando provi le meravigliose verdure, sai che è valsa la pena! Ho iniziato con pomodori, peperoni, angurie e meloni.  Non vedo l’ora che queste piante inizino a crescere.  La scorsa estate ho avuto la fortuna di avere un ottimo racolto.  E quanto ho cucinato! Avevo zucchine arrostite, caponatine, peperoni arrosto, ratatouille, salsa di pomodoro, insalatine meravigliose, pane di zucca, e molto di più!  Ma il mio piatto preferito e` quello che mi ricorda la maggior parte di mia nonna.  Ogni anno, cucinava  più buoni pomodori al forno.     
Questo e` un semplice piatto con il pomodoro, parmigiano, basilico ed  olio d’oliva: tutto è cotto fino a quando è morbido e croccante. È assolutamente delizioso!  Quando provo quei pomodori, non posso fare a meno di essere riportato alla cucina di mia nonna!
Quindi,  ora che la primavera è alle porte, quali sono i vostri piatti preferiti?


Autore: Nick Smith

>> Torna alla Home del Blog

organising a killer combination for every one is a nightmare
Hollister london Run set for Seaside Park

such as candy pink
chanel flatsMake a DIY Marni for H inspired necklace
Mattingly Forgets Mustache At The Mound
woolrich günstig may create a hazard and take up space

Mattingly Forgets Mustache At The Mound
woolrich quincy duffle may create a hazard and take up space
Polenta, my favorite dish!

Polenta_Before

Well, for those of you who don’t know, in the Northeast of the US, we’ve been getting pounded with snow this year.  Normally, snow fall is a sporadic event that comes and goes very quickly, with melting snow more of the norm.  But in the Philadelphia area this year, we have been buried, and have broken records for total snowfall.  So when it’s cold and snowing outside, I have to think of something warm and good in my belly!
In the heart of winter, I have to think of comfort food, those wonderful foods that warm your heart as well as your body!  So this last month, I’ve been making many!  And during a recent snowstorm where we had 24 inches of snow on top of our already 30 inches, I decided to make one of my favorites, polenta!For me, polenta brings me back to wonderful memories of my grandmother, of playing in the snow in her yard, and going inside for something warm and satisfying.  And so, I had to make it the way Mommom always did!  And that means a hearty tomato sauce filled with sausage.  So last weekend, I went about making the sauce, chopping the garlic and onions, sautéing them in olive oil, adding tomatoes and spices, and, of course, the sausage, and filling my house with the wonderful aromas!  I could hardly wait to dig into this Polenta_After delicious concoction.  And even though my grandmother stuck with the standard cornmeal, and stirred for an hour, I decided to take a short-cut.  I decided to make things a bit easier, and use instant polenta (which only needs to cook for a minute)!
When these two came together, well, I definitely did feel comforted.  The sauce and the polenta were just what I needed.  And as you can see from my plate, I wasted no time digging in! I hope this winter you have enjoyed some warm comfort foods! 

 Traduzione a cura dello staff del Cocalo’s Club

Polenta, il mio piatto preferito!
Per chi non lo sapesse nel nordest degli Stati Uniti, siamo stati praticamente sommersi dalla neve quest’anno. Normalmente, la caduta di neve è un evento sporadico che viene e va molto rapidamente, con la neve che si scoglie di norma si scioglie dopo poco.  Ma nella zona di Philadelphia dquest’anno, siamo stati sepolti dalle nevicate battendo tutti i record. Cosi, quando fuori fa freddo e nevica, bisogna pensare a qualcosa di caldo e di buono da mettere nella mia pancia!
Nel cuore dell’inverno, devo pensare al cibo come conforto,  quei cibi meravigliosi che  riscaldano cuore e il corpo! Così in mese , sto cucinando tanto.  E durante una tempesta di neve recente in cui abbiamo raggiunto  mezzo metro di neve, ho deciso di fare uno dei miei piatti preferiti, la polenta!
La polenta mi riporta ai ricordi meravigliosi di mia nonna,  di quando giocavo nella neve  nel suo cortile, e poi  rientravo in casa per qualcosa di caldo e soddisfacente.  E così  non potevo non  cucinarla nel maniera in cui faceva sempre nonna!Quindi sugo di pomodoro abbondante fatto con la salsiccia.  Allora lo scorso fine settimana, mi sono messo a fare  il sugo, tritare l’aglio e le cipolle, saltare il tutto  in olio d’oliva, aggiungere i pomodori e le spezie, e, naturalmente, la salsiccia…riempire la mia casa con gli aromi meraviglioso!  Non vedevo l’ora di preparare  questo intruglio delizioso.  E anche se mia  nonna  usava la farina di mais standard, e la girava per un’ora, ho deciso di prendere una scorciatoia.  Pertanto ho deciso per  l’uso polenta istantanea  (che ha bisogno di cuocere per un solo minuto)!
Ho poi unito la polenta con il sugo…era proprio quello di cui avevo bisogno! E come potete vedere dal mio piatto, non vi ho  messo molto a finirla!
Spero che anche voi in questo inverno abbiate goduto di buoni piatti caldi e piacevoli…


Autore: Nick Smith

>> Torna alla Home del Blog

Established in 1979
chanel espadrilles The Best Investments In Footwear Retail And Manufacturing

The power of the designer is all encompassing
burberry outletDifferent Kinds Of Ladies Scarves
Where Can You Go to Buy Dresses for a Formal
woolrich fell knowing exactly what you want to do with fashion is

Where Can You Go to Buy Dresses for a Formal
woolrich outlet knowing exactly what you want to do with fashion is
My love for cooking!

Grilled_Duck[1]The term “cooking” just doesn’t quite do it for me.  When people ask “what do you like to do” or “what’s a hobby of yours”, cooking is always part of my answer, but it’s so much more than that.  It’s not just the love of cooking (although admittedly, I do), but it’s a love, no, an obsession, with food. My food obsession started at a very early age.  While, like so many other children of the 80’s, I looked forward to every Saturday morning when I could wake up at the crack of dawn and watch my cartoons!  But the real fun came in the afternoon.  Every once in a while, on those Saturday afternoons, I could turn on public television, and catch 30 minutes of bliss, a cooking show!  There was no Food Network at the time, and food shows hadn’t gained the popularity they have today, so I had to settle for 30 minutes, maybe an hour, once a week.  But really, with TheGalloping Gourmet, The Frugal Chef, and of course, Julia Childs, I really wasn’t settling at all.  I was starting to ignite the obsession inside of me, and I loved every moment!
Those days, as a young boy, glued to the TV, did more for me than I ever imagined.  As I’ve given a friend a recipeor helped show a sister-in-law or two how to make something, I’m amazed at how some aspects of cooking seem sonatural to me, yet so foreign to the beginner.  And I think it’s because I never really was a beginner.  By thetime my mom would actually let me in the kitchen to cook, I had years of training by the best our television had to offer. 
So whether you’re just starting out, or you’ve been cooking for years, turn on the television and take a refreshecourse (although please, be picky with your viewing selection).  You might be surprised how much your cooking will improve! 

Traduzione a cura dello staff del Cocalo’s Club

Beef_Bourguignon[1]Il termine “cucina” ha significati diversi e profondi per me.  Quando la gente mi chiede “che cosa ti piace fare” o“qual è il tuo hobby”, cucinare è sempre la mia  prima risposta, ma è anche molto di più che un semplice hobby. Non è un semplice amore per la cucina (anche se è vero,che la amo), ma è un amore appasionato.
La mia passione per il food è iniziata quando ero ancora bambino.  Come tanti altri bambini degli anni 80, aspettavo ansiosamente ogni Sabato mattina quando mi potevo svegliare alle prime luci dell’alba e guardare i miei cartoni animati!  Però il vero divertimento per me  era nel pomeriggio.  Ogni tanto, il sabato pomeriggio, ho potuto accendere la televisione pubblica, e vedere 30 minuti di pura gioia, un programma di cucina!  Non esisteva ancora il Food Network (canale americano dedicato alla cucina) e i programmi di cucina non erano popolari come oggi, cosi mi sono dovuto accontentare di 30 minuti, forse un ora, una volta alla settimana.  Ma in realtà, The Galloping Gourmet, The Frugal Chef, e, naturalmente, Julia Child, non mi bastavano.  Stava iniziando a incendiarsi dentro me la passione!
In quei giorni, incollato al televisore, ho imparato davvero tanto più di quanto potessi immaginare.  Così ho iniziato a dare una ricetta ad un amico,ad insegnare ad una cognata come preparare qualche piatto. Rimasi stupito su come alcuni aspetti della cucina mi venivano cosi naturali, eppure ero solo un principiante…Quando mia madre finalmente mi faceva entrare in cucina per cucinare, avevo già anni di esperienza maturata attingendo dal meglio che la nostra televisione poteva da offrire.
Quindi, sia che  siate appena agli inizi o che ccuciniate da anni, accendete la televisione e fate un corso di cucina televisiva (ma per favore, siate esigenti con i programmi scelti!).  Potreste rimanere sorpresi su quanto migliorerà la vostra cucina


Autore: Nick Smith

>> Torna alla Home del Blog

claimed that she allegedly used to dance for him
woolrich jassen Hublot Big Bang FIFA World Cup 2010 Champions Watch Limited Edition

The Early Years
woolrich outlet30 million of clearance merchandise at Stein Mart
Do Facial Expressions During Sex Show What Youre Thinking
woolrich männer raleigh’s type photography enthusiasts

Do Facial Expressions During Sex Show What Youre Thinking
woolrich khaki raleigh’s type photography enthusiasts
L’arte della guerra

Nel leggere “L’arte Della Guerra” del maestro Sun tzu che diceva: Non ci sono più di cinque sapori fondamentali (acido, aspro, salato, dolce, amaro) eppure la loro combinazione produce più fragranze di quelle che possono essere assaporate. 
Questo è vero.  Da questa riflessione mi è venuto in mente una ricetta di un piatto marchigiano per eccellenza.  Quaglie scaloppate con salsa di tartufo e cicorietta. 
Per quattro persone prendo 4 quaglie già pulite.  Taglio le cosce e ali, disosso pelli, con le carcasse preparo un fondo bruno.  Nel fra tempo faccio una farcia con mollica di pane ammollato ne latte con odori (rosmarino, timo, alloro, aglio) e tartufo.  Con la farcia riempio le quaglie e pancetta stagionata.  Metto il tutto in forno a 180° per circa 30 minuti. Una volta cotto assemblo il piatto con mezza quaglia, il tortino di cicorietta con la sua salsa e tartufo nero.  Buon Appetito!


Autore: Lamberto Langiotti

>> Torna alla home del blog

She doesn’t like it
isabel marant sneakers model who traded a life in fashion and subsequently

In general that’s true
chanel espadrillesBest Dress Up Games For Girls Who Love Fashion
7 fashion trends to try this fall
woolrich nl you can do whatever you like within reason

7 fashion trends to try this fall
woolrich garantie you can do whatever you like within reason
L’Alta Maremma: la terra dei grandi vini

castello_bolgheriLa Maremma, nel corso dei secoli, ha visto molti e profondi cambiamenti ad opera dell’uomo, ma ha sempre conservato quella bellezza selvaggia e quell’aria incontaminata per cui ancora oggi è famosa. Una zona che da qualche decennio è diventata una tra le più interessanti del panorama enologico italiano ed europeo. Succede spesso per i grandi vini che perlarne vuol dire anche parlare di storia. Qui si parla della storia di questa parte della Toscana, dove cultura e natura rimandano continuamente l’una a l’altra ed è impossibile distinguere il piacere del vino dal piacere di vivere e conoscere. E’ una zona aspra e insieme dolcissima, che continua a conservare molti dei caratteri e dell’intensità della Maremma dipinta da Fattori e dagli altri macchiaioli e descritta da Carducci e da Fucini tra metà Ottocento e i primi del Novecento. Densa di torri medioevali, poderi dai nomi curiosi e suggestivi, vecchie case coloniche, magazzini ed altri edifici rurali. Fiori all’occhiello della produzione vitivinicola della zona sono le città-castello di Bolgheri e Castagneto Carducci con le storiche tenute di “Sassicaia”, “Ornellaia”, “Guado al Tasso” e tante altre piccole realtà impegnate nella realizzazione dei SUPERTUSCAN. Percorrere le strade di questo territorio è una esperienza indimenticabile, come lo è il viale di cipressi che porta a Bolgheri dal cui belvedere è possibile ammirare vigneti di Cabernet, Syrah, Merlot, Vermentino . Grazie  al clima mite per la vicinanza al mare e alle brezze costanti che mitigano le calure estive e i rigori dell’inverno, che puliscono il cielo e tengono alto l’indice di insolazione, qui la vendemmia è fatta di solito a fine agosto, due settimane prima rispetto a zone più interne della Toscana.
VINI TOP:
Sassicaia (Tenuta San Guido)
Guado al Tasso (Antinori)
Masetto (Tenuta Ornellaia)
OTTIMO RAPPORTO QUALITA’/PREZZO
Varvara  (Castello di Bolgheri)
Bruciato (Antinori)
Torrione (Fattoria Petrolo)
APPUNTAMENTI:
Ultimo fine settimana di Gennaio a Castagneto Carducci: “L’Olio Nuovo” accomuna specialità gastronomiche,  degustazione di vini e tradizioni culturali.


Autore: Luca Lardani

>> Torna alla home del blog

icahn corporations m
woolrich jassen spin on its leather goods

boots or skateboard shoes
chanel uk
can we stop describing women’s bodies as
Maryland struggles with setback distances
woolrich xxl damen it makes it easy

Maryland struggles with setback distances
woolrich gefälscht it makes it easy
La manualità in cucina

foto1Con le mani sbucci…le cipolle” cantava Zucchero ed ecco che queste parole divennero immediatamente l’inno dei cuochi in cucina… già…le mani!
Molti pensano che una buona cucina dipenda dall’utilizzo di attrezzature complicate ed innovative ma forse non tutti sanno che un grande cuoco preferirà sempre l’utilizzo delle proprie mani per la creazione dei suoi piatti.
Ci basta fare un tour nei nostri ricordi e tornare a quando eravamo bambini
e guardavamo le nostre nonne prepararci: la pasta all’uovo, gli gnocchi, i nostri dolci preferiti… Vi ricordate con cosa impastavano??… Con le mani.
Io affascinato da cotanta passione e amore che proveniva da quei gesti, scelsi la strada della mia vita, quella di trasmettere attraverso le mie mani l’amore per la cucina.
Ogni giorno attraverso le nostre mani trasmettiamo e riceviamo emozioni; le stesse emozioni che ogni cuoco, dall’alta ristorazione alla cucina di casa, è in grado di farci percepire attraverso le sue creazioni.
A tal proposito, ringraziando Cocalos Club dell’opportunità che mi è stata data, aprirò una Rubrica di cucina
dal nome: “Mani in Pasta”, dove verranno inserite ricette e consigli, ma soprattutto potremmo confrontarci su tutto ciò che riguarda il mondo della ristorazione.
Allora a presto!

                                                                                          maninpasta


Autore: Simone Ventresca                                                                        

>> Torna alla home del blog

Is it likely a rip off or impossible to tell through photos
isabel marant sneakers How To Identify The Different Kinds Of Earrings On The Market

burst angel complete established viridian group
woolrich parka3 Prada Nylon Shopping Bag
Save on Hamrick’s spring fashions through Saturday
woolrich luxury parka while a fourth category

Save on Hamrick’s spring fashions through Saturday
woolrich kindergröße 14 while a fourth category
Il ne faut pas faire des barriques mais des barricades

Immagine

Questa è la frase che Bartolo Mascarello stampava sulle etichette del suo storico Barolo: “non bisogna fare barriques, ma barricate” riprendendo un motto del rivoluzionario Robespierre. Questa sarà il filo conduttore del nostro discutere di vino su questo blog. Mascarello la utilizzò per difendere la tradizione di vinificazione piemontese dall’avvento della moda, tutta francese, delle barriques. Noi utilizzeremo lo stesso spirito combattivo per fare in modo che non siano soltanto i giornalisti e le guide del settore ad imporre tendenze commerciali nel mondo del vino, ma anche il consumatore, l’appasionato, colui che va in enoteca, acquista una bottiglia, la degusta e vuole far sapere agli altri se quel vino secondo lui merita di essere comprato oppure no.


Autore: Luca Lardani

luxury concept atmosphere range
woolrich arctic parka TextPressor Scam or Any Good

you also have to have some business sense
Chanel EspadrillesHow to Draw Kissing Lips
Writing Using Both Sides Of The Brain
woolrich woolen mills Indian fashion is specific to India and its seasonal cycles

Writing Using Both Sides Of The Brain
woolrich quilt Indian fashion is specific to India and its seasonal cycles
Pensieri segreti di un commensale…

Buongiorno cari lettori di Cocalo’s, essendo il nostro primo incontro e d’uopo una breve presentazione.
Colui che vi scrive non è un professionista della nutrizione, né un dietologo,  tanto meno un guru della scienza gastronomica, ma solo un produttore di vini con l’hobby della buona tavola.
E’ per questo che mi preme subito mettere in chiaro che mai prenderei la briga di  contrastare le varie teorie su una buona e corretta alimentazione, anche perché il sottoscritto le condivide pienamente.
Trovo però corretto dare anche spazio a tutti coloro che si trovano “al di la’ della barricata”, tutti coloro che passivamente, è  ripeto giustamente in alcuni casi, si trovano da semplici commensali ad essere usati come cavie dalle mode del momento e sottoposti a pranzi e cene da 40 calorie e 200 €!!!
Siamo esseri umani è come tali inclini all’imperfezione ma fortunatamente anche all’ironia; diamo quindi simpaticamente voce e spazio a quella moltitudine di umanità che mi è capitato di incontrare in migliaia di pranzi,cene,aperitivi,buffet,colazioni ,matrimoni e quant’altra occasione abbia come comun denominatore il cibo, e che non sempre hanno soddisfatto i loro palati!
Ciò che seguirà non sono pillole di saggezza ma solo umana frustrazione ed espressioni a volte dialettali e colorite che ad ognuno di noi almeno una volta sarà capitato di ascoltare o pensare.
L’inizio della terribile era della nouvelle cousine fu accettata con tripudio e gaudio piu dalle testate giornalistiche che dal pubblico pagante: in un ristorante eno-gastro-chic della capitale veniva servito un piatto della diametro di un astronave , un disco volante insomma,al centro n° 2 gamberetti spruzzati da 7 gocce di una salsa gialla,il commensale alla mia sinistra esordiva:”sapevo che civiltà aliene visitassero il nostro pianeta ma l’immaginavo verdi ed alti almeno un metro!!
L’attenta compagna di un caro amico,rincasando dal supermercato, preparava al proprio fidanzato un prelibato pranzetto “light” cioè : mozzarella con lo 0,001% di grassi, riso integrale con pomodoro a crudo, pane di segala, e caffé senza zucchero! Il fortunato compagno esordiva: Se non facessi il traslocatore con queste 12 calorie potrei sfilare insieme a Claudia Schiffer!!!.
Insomma cari amici lettori si potrebbe continuare all’infinito, storielle del genere le abbiamo sentite o vissute un po’ tutti ma allora quale potrebbe essere il giusto finale di questo nostro primo breve excursus ? A mio parere gli antichi avevano sempre ragione, i latini dicevano “est modus in rebus” cioè c’è una via di mezzo per tutto, ed io la applico alla regola :di giorno fettina con insalata per temprare il fisico ma la sera ,tornati da una giornata di duro lavoro, fettuccine ai porcini con un buon rosso per  temprare anche il nostro spirito e riprendere con il sorriso la dura vita di tutti giorni!
Buon pranzo qualunque esso sia a tutti voi.


Autore: Roberto Nicoletti Ballati Bonaffini

Lebron James will be releasing his Lebron James Shoes
wandtatoos kinderzimmer Dolce Gabbana stir up trouble with Azealia Banks and the IRS

due to a very efficient business model
Isabel Marant SneakerCountry legend Willie Nelson to play sold out 9
What kind of technology is included when you get a Seat
woolrich deutschland vertrieb Likethe fashion scenes of Lahore and Karachi

What kind of technology is included when you get a Seat
woolrich eu Likethe fashion scenes of Lahore and Karachi

Modatrading international s.r.l. P.IVA 00421360447 - info@cocalosclub.it        Web:Adami Design