4 gennaio 2010
E’ un gran bel gioco! (leggere con espressione, please)

Se cerco di stabilire quando fu che iniziai ad occuparmi di design non posso che pensare ai pomeriggi trascorsi con l’amico Jorge in quel piccolo caffè sull’angolo di piazza Leopardi nel quartiere di Albaro a Genova.
Un dopo pranzo seduti su di uno scomodo divanetto lanciavamo tovagliolini di carta appallottolati cercando di fare “canestro” nel cestino; eravamo troppo in basso, con la bocca del cestino molto più in alto e ovviamente orizzontale, con nessuna possibilità di giocare di sponda. Risultati: cartacce sparse a terra intorno al barattolo e gli sguardi per niente intriganti con cui Nora, la bella barista, ci fulminava.
Che noia quei portacarte, tutti uguali a parte il materiale. Per coltivare il nostro passatempo dovevamo inventarci qualcosa di diverso: un gioco nuovo? Macchè! Un nuovo cestino: con apertura a fetta di salame, era un’ottima soluzione!
L’idea ci piacque e decidemmo di non fermarci, ma di darci da fare a ripensare quegli oggetti dalle forme obsolete. Perché inibire delle menti così brillanti?
Quella solita tazzina da caffè, marrone fuori e bianca dentro, chi aveva stabilito che dovesse avere una sezione sempre circolare da sotto a sopra? Era ora di cambiare! La bocca della tazzina poteva essere quadrata ma con i lati leggermente arcuati per evitare che il liquido uscisse dagli angoli delle labbra e la base restare circolare, che è una bella comodità per aggiustarla sul piattino.
I tovagliolini di carta divennero fogli per i nostri schizzi.
Non era proprio l’inizio di una carriera! Che ci fosse già qualcosa in questo senso è più che evidente, ma soprattutto era un modo di giocare di due diciassettenni con una passione per il disegno e la progettualità che non li avrebbe mai abbandonati, almeno me, visto che il mio amico si è fermato a fare il militare.
Il design non è il più bel gioco del mondo, rischierei di far torto a qualcos’altro, ma posso assicurarvi che è un gran bel gioco e che soprattutto non viene a noia.


Autore: Antonio Catasta

And it’s best to be as pretty as possible for destiny
woolrich kinderjassen Paris Celebrate Success Awards 2012

At last was Narciszo Rodrigues
burberry scarfWholesales Distributors for Fashion Accessories in Trinidad Tobago
10 Fashion Fundamentals Pt 2 6
woolrich zu verkaufen especially with the presence of founders

10 Fashion Fundamentals Pt 2 6
woolrich usa especially with the presence of founders


Modatrading international s.r.l. P.IVA 00421360447 - info@cocalosclub.it        Web:Adami Design