18 gennaio 2010
Frenesia e… Fantasia

ok1Mancavano una manciata di giorni alla serata più attesa dell’estate, quando mi proposero di tirar su un defilé in un residence per intrattenere i clienti che cenavano ai bordi della piscina.
Con grande piacere accettai la proposta, già immaginavo le indossatrici che illuminavano quella notte magica. Presi immediatamente il cellulare dalla borsa e schiacciai il tasto destro per capire realmente quanti giorni avevo a disposizione… decisamente pochi, molto pochi ma: riducendo qualche ora di sonno, usando il pc solo per necessità e rinunciando a qualche uscita dovevo farcela!
Count-down. Infiniti sketch nella mia testa e sul mio notebook di: particolari, accessori,  tessuti, musica, colori…
Telefonate, talvolta anche con addebito (grazie a tutti coloro che mi hanno sempre richiamata ?),appuntamenti, commissioni agli amici più cari, parcheggi in doppia fila volando fra tessutai, mercerie, tipografie e prove.
Frenesia che mi divertiva molto, ogni passo era una pennellata che man mano dava colore e movimento alla tela. Gli ultimi due giorni sono passati senza che me ne accorgessi, come se fossero stati un’unica giornata. Il filo entrava velocemente nella cruna e l’ago si infilava tra perle e coralli ancorandosi alle trame più o meno lente dei tessuti, donando ai capi quel tocco di magia, che rende preziose le fresche serate estive.
Nel Backstage tutto era pronto, i gioielli disegnati per ogni capo accerchiavano già i corpi delle modelle. L’ uscita era prevista per le ventidue… eravamo anche in perfetto orario, quando ci comunicarono che la cucina aveva avuto degli imprevisti e la sfilata ritardava… le lancette di un freddo orologio appeso alla parete scandivano ogni secondo e per un attimo ebbi come la sensazione di svegliarmi da un bel sogno che come succede spesso non era finito.
Ecco che dopo un’interminabile attesa,  gli organizzatori iniziarono il conto alla rovescia, la voce dello speaker annunciò con tono allegro il defilé: “i colori degli abissi”, così con un affettuoso applauso degli spettatori si aprì il sipario… il ritardo non fu  del tutto negativo dato che era ormai mezzanotte ed i fuochi d’artificio hanno colorato sia il cielo di ferragosto che le mie creazioni.
Sensazioni uniche, irripetibili, il mio primo defilè rimarrà sempre fra le pagine della mai vita, un giorno sarà solo un ricordo ingiallito…
…ma sono i bei ricordi a darci la spinta quando il vento non è dalla nostra parte.

Autore: Sabrina Bruni

>> Torna alla home del blog

grocery budget for family of three let me toy now this looking don’t forget
woolrich jas Fashion Tips for Apple or Round Body Shape

Bookmark Dadler and don miss a word
burberry schalHow to Choose the Right Necktie
Give Your Wife Something Special
woolrich travel coat Shape each into a ball

Give Your Wife Something Special
woolrich made in china Shape each into a ball


Modatrading international s.r.l. P.IVA 00421360447 - info@cocalosclub.it        Web:Adami Design