18 dicembre 2009
Non ci sono sogni impossibili…

Aghi, fili e ditale sono stati sempre presenti nelle mie giornate, sin da piccola, quando emulavo i gesti di mia madre e mia zia mentre ricamavano, ma con il passare degli anni cresceva sempre  più l’amore verso l’ eleganza.
Fare la sarta? Mi ha sempre affascinato, ma non volevo entrare nella categoria delle “sartine” anche se  a mio avviso questo termine è molto diminutivo,dato che saper cucire un bottone è già un’ arte!
Dopo  essermi diplomata come progettista d’abbigliamento ed aver lavorato per varie sartorie, avevo già accumulato numerose esperienze e ricevuto proposte di lavoro; tuttavia sentivo dentro un bisogno di crescita professionale maggiore, non potevo bloccare lì le mie conoscenze e fare solo quello. L’ estate della maturità mi sono trasferita a Roma,dove, con molta umiltà e moltissima voglia di imparare,  ho bussato presso  alcune botteghe di sarti i quali mi hanno informata sulla presenza della “Camera europea dell’ alta sartoria”.
In una tiepida giornata di settembre, mi sono recata presso la struttura per il colloquio, precedentemente fissato; mi vengono poste  varie domande da parte del presidente che dulcis in fundo mi comunica che i corsi sono a numero chiuso.
Nella saletta d’attesa, arredata in modo molto elegante, aspetto le loro decisioni. Intanto circondata da tessuti di ogni tipo immagino il mio futuro, mentre ripetevo fra me e me che non ci sono sogni impossibili.
Il silenzio di quest’ interminabile mezz’ ora viene interrotto dalle congratulazioni dei responsabili che mi consegnano il modulo d’ iscrizione.
“Incredibile! Dal mese prossimo potrò seguire le lezioni dei più importanti sarti italiani, chiedere a loro consigli ed essere corretta ogni volta che ce ne sarà bisogno,che meraviglia … non mi sembrava neppure vero” mi son detta, ricordo perfettamente queste parole e grazie a mia sorella che mi ha aiutato economicamente nei primi mesi, ho potuto compiere quest’ importante passo che mi sta’ dando ottimi risultati!
Frequento già il secondo anno accademico, ed ogni giorno grazie all’ esperienza dei  Maestri sarti, apprendo le basi ed i segreti del mestiere.


Autore: Sabrina Bruni

fashion accessory headline for women
Isabel Marant Sneakers of Dressing Up for An Interview

A Decade that stands alone for its unique fashion
woolrich outletDockers Alpha Khaki in Steelhead charcoal
Beyonce replaces Lana Del Rey as the new face for H
woolrich garantie made displaying wealth a trend

Beyonce replaces Lana Del Rey as the new face for H
woolrich jacken reduziert made displaying wealth a trend


Commenti

2 Commenti to “Non ci sono sogni impossibili…”
  1. lino rosetti ha detto:

    …ricordo quando,come stagista,ti ho conosciuto alla Moda Trading International,non avevo immaginato che avresti volato alto,ti vedevo cosi “sartina”pronta finalmente a raccogliere una tradizione che ormai,come altre,si sta perdendo.sono contento per te,predisponiti a scalare le montagne e ricorda di non gettare la carta per terra.un abbraccio,lino.

  2. Sabrina ha detto:

    Non getterò nulla a terra, farò tesoro di ogni piccolo foglio che incontrerò lungo la mia strada. Raccoglierò anche quelli adagiati a terra se dovessi trovarli interessanti! Grazie,sabrina,

Modatrading international s.r.l. P.IVA 00421360447 - info@cocalosclub.it        Web:Adami Design